Carta dell’acqua

Il Massiccio del Matese è una montagna di antica roccia calcarea situato a cavallo tra Molise e Campania e racchiuso tra quattro fiumi che gli scorrono intorno.

Un patrimonio naturale che si estende su una superficie di oltre 1000 km², dove svettano cime e contrafforti fino a 2.000 metri di altitudine. Il massiccio è la culla dell’acqua incontaminata che sgorga dal Matese e ha un’origine privilegiata perché nasce direttamente nel ventre della terra, che la protegge dalle contaminazioni e la rende pura alla fonte. Captata nel cuore del Matese l’acqua che impastiamo ogni giorno con la semola arriva pura, povera di sodio, costantemente leggera, con un basso residuo fisso e un basso contenuto di nitrati sulle tavole, con l’obiettivo di valorizzare questa immensa ricchezza. Nel 2016 La Molisana sostiene la regione Molise nel percorso di auto-certificazione della nostra acqua e nella creazione di una Carta di qualità, ovvero un documento inteso a veicolare il patrimonio idrico della regione, limitarne gli sprechi e stimolarne un utilizzo consapevole.