Vincenzo Ferro

E' un uomo d'affari atipico, appassionato di cultura e di arte. Un imprenditore che ha speso una vita per conoscere il mercato, il prodotto e costruire un'etica del lavoro insieme al padre ed al fratello. Ha lo sguardo intenso che guarda indietro con gratitudine ed al futuro con un entusiasmo contagioso.

Mio padre era solito dire che ci sono due tipi di imperatori: quelli che conquistano e quelli che salvaguardano i confini. Noi abbiamo lavorato per costruire credibilità e solide competenze sulla materia prima. Ho vivo il ricordo di lui mentre sceglie le partite migliori di grano tenendone una manciata in mano e portandola al naso.  Da lui ho imparato che della qualità ci si innamora. Oggi il timone è nelle mani delle nuove generazioni, che sentono il peso di una scelta sfidante ma dovuta: completare l'intera filiera produttiva della pasta conciliando business ed impegno sociale nel rispetto delle persone e del territorio. I risultati buoni di oggi devono tradursi in ottime performance di domani. Ad majora!