Dal 1912 realizziamo il sogno di ogni spiga

Questa è la storia a lieto fine di un'azienda pastaia 100% italiana, che da un difficile periodo ha saputo rinascere e tornare ad essere il 5° brand nazionale. Nel 2011 il gruppo Ferro di Campobasso, mugnai dal 1910 ben conosciuti nel settore molitorio, ha acquisito il pastificio ed ha realizzato il sogno tutto italiano della filiera integrata, vantaggio competitivo che appartiene solo al 10% delle aziende del settore agroalimentare. Tre anni di duro lavoro, passione e sacrificio, per portare il brand dal 0,3% di quota di mercato di Febbraio 2011 al 4,5% di Febbraio 2014. Non possiamo dire di essere partiti da una situazione di vantaggio! Al contrario! L'azienda era in perdita ed era quasi completamente uscita dal mercato. Bisognava rimboccarsi le maniche e ricominciare da zero. Ma questo è stato il senso della sfida, sapere di avere la possibilità di rilanciare un marchio che 30 anni fa era un top seller. Questo ha comportato ingenti investimenti nei comparti più delicati. Lo stabilimento che vediamo oggi è un altro rispetto a due anni fa: in 24 mesi abbiamo investito oltre 12 milioni di euro per un radicale rinnovamento delle linee di produzione, dei magazzini, della sala macchine e confezionamento.

Oggi abbiamo 10 linee produttive con una capacità di pastificazione di 444 tonnellate giornaliere, 18 linee di confezionamento che offrono tutte le tipologie di packaging ed abbiamo costruito magazzini automatizzati per totali 33.000 posti pallet, creando una piattaforma logistica molto evoluta. Offriamo una gamma di circa 100 formati ed una produzione interna di pasta all'uovo che rappresenta il fiore all'occhiello dell'azienda. Infine un progetto che ci sta molto a cuore è quello della trigenerazione che ci consentirà di ridurre la nostra impronta ambientale.

Qual è il segreto? "Il privilegio di gestire l'intera filiera produttiva che è da sempre garanzia di qualità del prodotto finale. - spiega Rossella Ferro, Direttore Marketing - Una qualità che il consumatore riconosce e apprezza." Nuovo pack, rinnovamento totale dei comparti più delicati, filosofia di fabbrica a porte aperte, nuove promesse di marca e soprattutto un prodotto eccellente fatto da materie prime pregiate, selezionate e lavorate nel Molino del gruppo: la bontà, l'unica vera forza che motiva l'acquisto.

"La storia, le aziende sono fatte dagli uomini, in particolare quelli che con il loro operare collegano campi diversi e creano quindi innovazione. Il nostro è senz'altro un risultato corale di quanti, uniti come le dita di una mano, hanno lavorato motivati per il raggiungimento del comune obiettivo, dosando coraggio e abnegazione." - dice Giuseppe Ferro, Ad del gruppo - "Noi abbiamo creduto fermamente nel valore della squadra; l'abbiamo costruita con cura nel corso del tempo, creando un team di persone giovani e motivate, con profili professionali diversi e complementari ed un grande entusiasmo per l'azienda ed i suoi progetti in puro stile italiano.  Ritengo che oggi la mission degli imprenditori italiani sia di restituire la fiducia con esempi virtuosi e di stimolare la cultura del fare illuminata da speranza ma anche lungimiranza. Questo è il momento di riprogettare il nostro cammino."


Il made in Italy non è solo una serie di prodotti, ma un sistema di valori. Chi acquista un prodotto italiano sceglie di condividere un pezzo di noi, della nostra storia e del nostro know how.


Nell'immaginario collettivo dei consumatori di tutto il mondo i nostri prodotti riescono ad evocare eccellenza produttiva e qualità della vita: la cultura senza tempo, il paesaggio sorprendente, la creatività innata, la purezza dell'architettura, il saper trasformare e il saper accogliere.

Il made in Italy è la cornice che definisce il nostro passato e dentro la quale possiamo ritrovare il filo per costruire il futuro, per ritrovare il nostro posto nel mondo.