chi siamo > acqua del matese

Matese, culla di Acqua pura.

Il Massiccio del Matese è una montagna antica, roccia calcarea modellata dal tempo, dove la natura ha scolpito valli e canyon che a tratti lasciano il posto a cascate e profonde grotte carsiche ancora inesplorate. Il Matese, situato a cavallo tra Molise e Campania è racchiuso tra quattro fiumi che gli scorrono intorno, si estende su una superficie di oltre 1000 km², dove svettano cime e contrafforti fino a 2.000 metri di altitudine.

Frequentato da “tiepidi temporali d’autunno, rigidi inverni nevosi e rugiada a primavera”, il massiccio è la culla dell’acqua pura che sgorga dal Matese dove, tra le pieghe della roccia, scorrono “sorgenti cristalline, laghi placidi e tumultuosi torrenti”. La nostra acqua è captata nel cuore della terra, in località Riofreddo, da una finestra scavata nella roccia a 506 m.s.m , percorre anfratti, luoghi ameni e maestose faggete, per essere poi diretta alla rete di distribuzione attraverso un canale in cemento e varie condotte in vetroresina e acciaio.

La nostra acqua è captata nel cuore della terra, in località Riofreddo, da una finestra scavata nella roccia a 506 m.s.m , percorre anfratti, luoghi ameni e maestose faggete, per essere poi diretta alla rete di distribuzione attraverso un canale in cemento e varie condotte in vetroresina e acciaio.

I benefici dell'Acqua del Matese.

L’acqua molisana è detentrice di parametri caratterizzanti, tali da poterla riconoscere tra le migliori acque d’Italia:
L’Acqua del Matese, ha un bassissimo residuo fisso ed è costantemente leggera. I pochi sali minerali disciolti la rendono ideale per le attuali esigenze e stili di vita.

L’Acqua del Matese presenta un contenuto di nitrati bassissimo ed è indicata nell’alimentazione dei bambini in età prescolare*. Quantità elevate di nitrati nelle acque, imputabili all’azione dei fertilizzanti, possono infatti compromettere il sistema nervoso dei bambini.
* Limite consigliato da OMS per le acque dell’infanzia: 10mg/L.

L’Acqua del Matese ha una bassissima concentrazione di sodio, pertanto è consigliata anche nelle diete iposodiche che richiedono un valore <20mg/L. Il suo livello di sodio (2.9mg/L) è 10 volte inferiore rispetto alla media delle acque potabili (25-30 mg/L).
* Durante il passaggio idrico dai punti di captazione fino al serbatoio di raccolta, l’Azienda Sanitaria – Regione Molise predispone prelievi annuali di verifica per effettuare analisi chimiche e microbiologiche che confermino la purezza dell’acqua, secondo i severi parametri stabiliti dal D.Lgs. 31/2001.

Per chi ha sete di sapere.

Con la Carta dell’Acqua la Regione Molise intende valorizzare il suo patrimonio idrico come eccellenza di prodotto locale e rendere accessibili informazioni sulle proprietà benefiche per stimolare un utilizzo consapevole.Destinata a chef, ristoratori, produttori e consumatori finali, questa carta rappresenta un documento di identità e certificazione di qualità che si pone l’obbiettivo di diffondere la cultura dell’acqua naturale nel mondo gastronomico e delle produzioni alimentari, incoraggiando un nuovo modo di concepire questo ingrediente indispensabile nel ciclo produttivo e sulla tavola. Una risorsa naturale preziosa che bisogna tutelare con azioni virtuose messe in campo per mantenerla integra e pura e limitarne gli sprechi.