Pasta integrale e diabete

Pasta integrale per diabetici

Non è necessariamente una dieta fatta di privazioni: basta seguire qualche regola per tenere bassa la glicemia e saper scegliere gli ingredienti e gli alimenti adatti a chi ha questo problema. Uno degli alimenti consigliati è la pasta integrale che, se preparata con semola integrale, contenente tutte le parti del chicco, è un alimento completo, ricco di fibre, vitamine e sali minerali e per questo svolge un ruolo molto importante per proteggere l’organismo e rimanere in forma e prevenire il diabete di tipo 2. In particolare le fibre sono importantissime nell’alimentazione di un diabetico perché permettono di assorbire in modo graduale e lentamente gli zuccheri e i carboidrati, evitando i picchi di glicemia. La semola di grano duro integrale si ottiene dalla macinazione del chicco di frumento intero, conservando sia la crusca: la parte più esterna del chicco che ha un ruolo molto importante nel veicolare le sostanze nutritive, che l’endosperma: la parte più “sostanziosa” del chicco ricco di amidi e di glutine e infine il germe: cuore del chicco fonte di enzimi, proteine e sali minerali. Nella semola meno raffinata, come in quella integrale, si ha quindi una maggiore quantità di fibra grezza e di altre componenti nutrienti praticamente assenti nelle semole raffinate.