parola di chef > piemonte > ferdinando moia 

intervista allo chef
FERDINANDO MOIA

Come e dove inizia la tua storia professionale?

Ho iniziato il mio percorso alla scuola alberghiera di Stresa nel 1978. Dopo trentanove anni spesi tra alberghi, gestione di gastronomie, direzione di ristoranti, sono approdato nel mio locale nel 2010.

L'ingrediente immancabile nella tua dispensa?

In primis la pasta, il resto viene dopo.

Qual è l'offerta distintiva del tuo ristorante?

Spazia dalla cucina mediterranea a quella regionale, senza tralasciare mai quella a chilometro zero, vegana e vegetariana. Sono attento, inoltre, alle esigenze per intolleranti al glutine e al lattosio.

Qual è l'atmosfera del tuo ristorante?

È una trattoria tradizionale, con sale che uniscono lo stile moderno a quello classico.

Apri la scheda del ristorante Hostaria Grotta Azzurra - Gattico (NO)
Apri la scheda della ricetta: Spaghetto Quadrato al “tapulone” di equino al Nebbiolo, battuto di lardo e verza brasata
Intervista allo chef Ferdinando Moia
Intervista allo chef Luca MalacridaIntervista allo chef Paolo Montiglio