La tutela dell'ambiente è una urgenza che chiama al dovere tutti gli attori della società civile: i grandi centri di potere, i cittadini, le istituzioni. Le aziende devono fare la loro parte: package sostenibile, invito al riciclo, sensibilizzazione al rispetto della natura, ciascuno comunica la sua attenzione. La Molisana fa la sua parte in maniera concreta e investe in nuove tecnologie che puntano da una parte all'innalzamento degli standard di qualità e food safety e dall'altra alla drastica riduzione del suo impatto ambientale.

il nostro manifesto? #pensiamoalfuturo con azioni concrete e investimenti importanti!

A raccontarci i progetti abbiamo chiamato le persone che ci lavorano! Ascoltiamoli.

Tutte le nostre aree produttive vengono termoventilate alla temperatura di almeno 50-55°C per 48 ore. Si chiama Thermopest, ed è l’unico sistema 100% sano, sicuro ed ecologico per l’eliminazione di tutti gli stadi vitali degli insetti infestanti. In questo modo possiamo garantirti, ogni giorno, il massimo della sicurezza, dalla spiga di grano alla tua tavola.

Che cos'è il Thermopest?

È un sistema alternativo ai tradizionali mezzi chimici (gas e fumiganti) ed assolutamente ecologico per l’eliminazione degli insetti infestanti le strutture e i locali sia agro-industriali (mulini, pastifici, mangimifici, industrie dolciarie) che nelle comunità (mezzi di trasporto, alloggi).

Come funziona?

Termoventilatori con temperature di almeno 50 – 55°C vengono distribuiti in tutte le aree produttive per 48 ore continuative con l’obiettivo di sopprimere tutti gli stadi vitali degli insetti.

fogliolina

Perché è più ecologico?

A differenza dei comuni trattamenti di disinfestazione chimica, il sistema di disinfestazione Thermopest® offre i seguenti vantaggi:

  • Atossico per persone ed alimenti
  • Non lascia residui
  • Non necessita l’evacuazione degli ambienti da sottoporre a trattamento
  • È applicabile in stabilimenti che lavorano produzioni biologiche
  • È applicabile in contesti abitativi, senza alcuna autorizzazione o restrizione
  • Assoluta indipendenza da altre forniture
  • Ampia versatilità di utilizzo
  • Immediato utilizzo dei locali trattati

Sapevi che nei nostri stabilimenti ci produciamo l’energia da soli, grazie ad un impianto di cogenerazione combinata per la produzione di energia elettrica e termica calda e fredda? Limitiamo al massimo gli sprechi: grazie ad uno scambiatore riusciamo infatti a recuperare parte del calore disperso durante il processo di generazione dell’energia elettrica. In questo modo riusciamo a diminuire le emissioni di CO2 fino al 30%, ridurre gli sprechi e ottimizzare il consumo di energia… e l’ambiente ringrazia!

Che cos'è il Trigeneratore?

È un impianto di cogenerazione combinata per la autoproduzione di energia elettrica e termica sia calda che fredda, attraverso il recupero di calore altrimenti perso a valle nel processo.

Come funziona?

Il motore principale, alimentato da un combustibile, produce energia elettrica attraverso un generatore elettrico. Grazie ad uno scambiatore di energia il calore disperso durante il processo di generazione dell’energia elettrica viene recuperato e messo a disposizione sotto forma di calorie al servizio del processo produttivo di pastificazione.

Quanto produciamo?

L’impianto installato da La Molisana riesce a soddisfare circa l’80% del fabbisogno energetico elettrico (KWATT) e a coprire:
il 100% della necessità di energia termica fredda
il 20% della necessità di energia termica calda

fogliolina

Perché è più ecologico?

  • Riduzione del trasporto inquinante:
    producendo energia elettrica in loco, non impattiamo sull’ambiente per trasportare su gomma energia acquistata in rete;
  • riduzione delle perdite di trasmissione di energia:
    grazie alla vicinanza degli impianti di produzione dell’energia elettrica, termica e frigorifera ai luoghi di consumo;
  • riduzione del consumo di combustibile:
    grazie ad un miglioramento dell’efficienza complessiva dell’impianto, che con la stessa quantità di energia primaria è in grado di produrre energia elettrica, calore e refrigerante;
  • riduzione conseguente dell’impatto ambientale:
    poiché una minor consumo di combustibile e l’utilizzo di un gas naturale a bassissimo impatto ambientale, contribuiscono a diminuire le emissioni di CO2 fino al 30%.

Il futuro della logistica è il nostro presente, e si chiama Pooling Pallet. Un servizio che coinvolge tutte le tappe della filiera della distribuzione affinché si scambino i pallet nel proprio percorso: a ogni pallet consegnato pieno ne viene restituito un altro pieno che percorre la strada inversa. In questo modo, in un anno, abbiamo registrato circa 12.000 spedizioni in meno e una riduzione di circa 2600 tonnellate di CO2 prodotta. Una bella idea, vero?

Che cos'è il Pooling Pallet?

Il pooling pallet è un sistema di gestione dei pallet che conta sulla collaborazione tra produttori e GDO (che annovera decine di centri distributivi e migliaia di punti finali) e su una piattaforma software innovativa. L’obiettivo è ridurre l’impatto ambientale del sistema logistico distributivo mediante il pooling pallet.

Come funziona?

Grazie al servizio di pooling i pallet caricati presso il produttore sono recuperati con trasporti ottimizzati a pieno carico. L’alternativa è caricare e saturare automezzi presso il produttore, ma scaricata la merce a destino, ovvero in un centro distributivo della Gdo, il mezzo è costretto a tornare non saturo presso il punto di origine per restituire i pallet non a perdere del produttore contabilizzando centinaia di chilometri e generando un impatto ambientale non trascurabile.

fogliolina

Perché è più ecologico?

Attraverso la piattaforma software innovativa sviluppata dal gruppo di ricerca Unibo e basata su modelli matematici, è stato possibile contabilizzare con precisione costi, efficienza logistica e impatto ambientale della rete per ridurre drasticamente gli impatti ambientali. Si sono registrati circa 12.000 spedizioni in meno in un anno (da 37.000 a 25.000), una riduzione del 42% dei chilometri percorsi con una riduzione di circa 2600 tonnellate di CO2 equivalente.

Il nostro packaging è fatto in polipropilene, una plastica per alimenti sicura e conforme alle severissime direttive europee. Perché è così speciale? Perché tu puoi smaltirlo nella plastica ed inserirlo nuovamente nel ciclo produttivo. E perché noi riusciamo a recuperarne tutti gli scarti di film e trasformarli in plastiche di secondo livello, perfette per realizzare nuovi oggetti utili alla vita di tutti i giorni.

Com'è fatto il nostro packaging?

La Molisana adotta un packaging in PP (05) o polipropilene, una plastica per alimenti sicura e conforme alle restrittive direttive europee come il Regolamento quadro CE 1935/2004 o il più recente 2016/1416.

La specifica rispetto al tipo di materiale impiegato impone che le plastiche alimentari debbano sempre essere marchiate e riconoscibili e contraddistinte dal simbolo con il bicchiere e la forchetta o dalla dicitura “per alimenti”.

fogliolina

Perché è più ecologico?

La Molisana adotta un package in polipropilene che assicura un duplice recupero:
1. LATO AZIENDA: RECUPERO DEGLI SCARTI
Durante la fase di confezionamento gli operatori recuperano tutti gli scarti di film (pari a xx tons all’anno) che vengono spediti agli smatitori dove vengono rilavorati e trasformati in plastiche di secondo livello (ovvero non vergini: es cassette di plastica, etc…)

2. LATO CONSUMATORE: SMALTIMENTO ECOLOGICO
Il nostro pack monomaterico può essere smaltito nella plastica e verrà poi reinserito nel processo produttivo come precedentemente indicato.

Abbiamo un progetto molto ambizioso. Completeremo un impianto fotovoltaico di 1400kw di potenza per la produzione di energia elettrica. Perché? È semplice, trasformando l’energia da solare in elettrica, senza l’uso di combustibile, potremo abbattere ancora di più la produzione di anidride carbonica, e compiere un altro passo importante verso un futuro 100% ecosostenibile.

Che cos'è un impianto fotovoltaico?

Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico costituito essenzialmente dall’assemblaggio di più moduli fotovoltaici che sfruttano l’energia solare incidente per produrre energia elettrica mediante effetto fotovoltaico, della necessaria componente elettrica (cavi) ed elettronica (inverter) ed eventualmente di sistemi meccanici-automatici ad inseguimento solare.
La Molisana completerà un impianto di 1400kw di potenza per la produzione di energia elettrica.

fogliolina

Perché è più ecologico?

Trasformando l’energia solare in energia elettrica senza l’uso di combustibile si abbatte notevolmente la produzione di anidride carbonica, un passo importante verso una produzione più ecosostenibile.