Skip to content

Pasta senza glutine: caratteristiche, proprietà e benefici, domande e risposte

Sei in: Home / Blog / Nutrizione / Proprietà e benefici della pasta senza glutine

Quali sono le caratteristiche della pasta senza glutine? In cosa si differenzia dalle altre tipologie di pasta? In questo articolo scopriremo insieme i valori nutrizionali della pasta senza glutine, le sue proprietà benefiche, le sue funzioni alimentari…tutte le domande sulla pasta senza glutine troveranno finalmente una risposta!

Pasta senza glutine: gnocchi per celiaci e tanti altri formati

Lasagne, tagliatelle e gnocchi per celiaci sono solo alcuni dei formati che si possono trovare in commercio, ora che la pasta senza glutine è diventata diffusissima.

I valori nutrizionali della pasta senza glutine

Si stima che solo in Italia ci siano almeno 200mila celiaci diagnosticati [1]. Fortunatamente la dieta mediterranea è ricca di alimenti (come il pesce, le uova, la carne, la frutta e la verdura) che si possono consumare anche se si soffre di questa intolleranza. Ma come fare con la pasta, uno dei piatti principe della cucina italiana?

Per venire sempre più incontro alle esigenze dei consumatori, diverse aziende hanno portato sul mercato numerosi formati di pasta come spaghetti o gnocchi per celiaci.

E come per la versione tradizionale, anche gli sfarinati senza glutine contengono numerose proprietà e benefici [2].

A livello di vitamine e sali minerali, le farine di riso e mais non hanno nulla da invidiare alla pasta fatta con semola di grano duro, dal momento che i prodotti farinacei senza glutine è stato attestato che non incidono su una dieta salutare [3]. L’Associazione Italiana Celiachia afferma infatti che “i risultati di diversi studi scientifici recenti, secondo cui l’incidenza di sindrome metabolica e diabete di tipo 2 è significativamente più bassa fra i celiaci così come quella di sovrappeso e obesità fra i bambini con celiachia, dimostrano che nutrirsi di cibi senza glutine non minaccia la salute complessiva e non impedisce di compiere scelte alimentari adeguate.”

Ora che hai accertato la qualità dei valori nutrizionali della pasta senza glutine, è tempo di scoprire anche tutti i suoi benefici.

I benefici della pasta senza glutine

Tra i tanti tipi di pasta che si trovano in commercio, quella senza glutine è pensata non solo per i celiaci o per chi soffre di intolleranze, ma anche per chi vuole variare la propria alimentazione [4].

Se stai pensando di introdurla nella tua dieta, ecco alcuni benefici della pasta senza glutine [5]:

  • Perdita di peso;
  • Miglioramento della salute gastrointestinale;
  • Miglioramento delle prestazioni atletiche.

Adesso che conosci anche le proprietà benefiche della pasta senza glutine, non ti resta che pensare ai modi migliori per gustarla a pranzo o a cena.

Lasagne senza glutine profumate allo zenzero

Le lasagne senza glutine sono ispirate alla ricetta tradizionale emiliana, ma non contengono carne. Che tu soffra di intolleranze o sia semplicemente desideroso di provare qualcosa di nuovo, segui questa preparazione per sorprendere tutti i tuoi commensali:

  • In una casseruola versa tre cucchiai d’olio d’oliva, mezzo zenzero grattugiato, qualche grano di senape, una cipolla tritata e 660 grammi di concentrato di pomodoro;
  • metti il recipiente sul fuoco e nel frattempo taglia un radicchio a strisce sottili, sfumandolo con del vino rosso in una padella e aggiungendo di tanto in tanto dell’acqua;
  • trasferisci quindi in una ciotola il radicchio, un brick di besciamella di soia e del formaggio vegano cremoso, mescolando il tutto;
  • fai poi lessare la pasta in una pentola e una volta pronta inizia a comporre la lasagna;
  • metti la pirofila nel forno e lasciala gratinare per 20 minuti a 180 °C.

Una volta pronta, servi la lasagna in tavola ancora calda fumante e con una spolverata di prezzemolo fresco.

Gnocchi senza glutine con ragù vegetale

Ti basteranno 30 minuti per creare questo piatto realizzato con ragù di soia e gnocchi senza glutine.

Dovrai semplicemente mettere in ammollo il preparato granulato di soia in abbondante acqua per almeno 10 minuti, dopodiché dovrai unirlo a un trito fatto di tamari (o di salsa di soia), rosmarino e aglio.

Versa a filo due cucchiai d’olio EVO in una pentola antiaderente, aggiungendo il composto appena creato e insaporiscilo con aromi a piacere e dei semi di girasole.

Una volta tostato il tutto, ti mancherà solo di incorporare in padella la passata di pomodoro e aggiungere gli gnocchi.

Lascia cuocere il tutto per 15 minuti e prima di servire il piatto dagli un tocco in più aggiungendo della besciamella vegetale.

Se leggendo questo articolo ti sei incuriosito e vorresti metterti alla prova con qualche ricetta senza glutine, sul sito de La Molisana troverai tanti formati di pasta gluten-free tutti da provare. Lasciati ispirare dai deliziosi spaghetti o dalle tradizionali penne rigate!

Le 3 cose da sapere sulla pasta senza glutine

  • Quali sono i valori nutrizionali della pasta senza glutine?
  • Quali sono i benefici della pasta senza glutine?
  • Come preparare le lasagne senza glutine?

Dal momento che solo in Italia ci sono almeno 200mila celiaci riconosciuti, molte aziende si sono adoperate per fornire ai consumatori delle varianti di pasta senza glutine che rispondessero a queste intolleranze alimentari. Gli sfarinati senza glutine sono infatti similissimi a quelli realizzati con il glutine e contengono le medesime proprietà e benefici [6]. Parlando dei valori nutrizionali della pasta senza glutine, a livello di vitamine e sali minerali, le farine di riso e mais non vanno ad intaccare le possibilità di seguire un’alimentazione dietetica [7].

I benefici della pasta senza glutine sono molteplici: questo alimento è un valido aiuto nella perdita di peso, ti permette di migliorare la salute gastrointestinale e le prestazioni atletiche [8].

Le lasagne senza glutine sono similissime a quelle emiliane, tranne che per la farcitura in questo caso senza carne. Ti basterà versare tre cucchiai d’olio d’oliva in una teglia, con mezzo zenzero grattugiato, qualche grano di senape, una cipolla tritata e 660 grammi di concentrato di pomodoro; dopodiché dovrai mettere il recipiente sul fuoco e tagliare un radicchio a strisce sottili, sfumandolo con del vino rosso in una padella e aggiungendo di tanto in tanto dell’acqua; trasferisci poi in una ciotola il radicchio, un brick di besciamella di soia e del formaggio vegano cremoso, mescolando il tutto; fai poi lessare la pasta in una pentola e una volta pronta inizia a comporre la lasagna. Metti la pirofila nel forno e lasciala gratinare per 20 minuti a 180 °C. Una volta pronta, servi la lasagna in tavola ancora calda fumante e con una spolverata di prezzemolo fresco.

Ti potrebbe interessare

Articoli dal blog

I nostri formati di pasta senza glutine

Scopri le nostre ricette

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email

Sommario