Skip to content

Come cucinare i ditali: consigli e idee di preparazione con ditali

Sei in: Home / Blog / Cucina / Come cucinare i ditali

I ditali, lisci o rigati, sono un tipo di pasta corta usata per minestre e zuppe. Di origine campana, derivano il proprio nome dalla somiglianza nella forma con il ditale per cucire.

I ditali possono essere di vario formato, più grande o ridotto. In Campania si usano molto per le cosiddette minestre asciutte, ovvero zuppe, o minestre con la parte liquida molto ristretta. I ditali sono un formato adatto anche ai pasti dei più piccoli.

Vi proponiamo tre ricette di minestre con ditali che affondano le radici nella cucina rurale italiana. Sapori intensi e genuini per riscoprire la cucina di una volta.

Pasta e fagioli con i ditali

La pasta e fagioli è uno dei piatti cult della tradizione italiana, e non solo. I fagioli sono un ingrediente molto versatile, che ben si abbina sia alla carne che al pesce. Gli chef La Molisana, infatti, propongono una versione marinara della pasta e fagioli con i cubetti, un formato di pasta corta molto simile al Ditale quadrato n.84 con il quale vi suggeriamo di realizzare questa ricetta.

  • Se usate fagioli secchi (200 g), lasciateli in ammollo una notte. Risciacquateli e cuoceteli in abbondante acqua per 80 minuti circa. Conservate l’acqua di cottura una volta che saranno cotti.
  • Fate un soffritto di cipolla, carota, sedano e aglio. Dopo qualche minuto, aggiungete i fagioli, aggiustate di sale e per dare ancora più profumo usate un rametto di rosmarino e una foglia di alloro. Unite man mano l’acqua di cottura dei fagioli.
  • All’interno della pentola versate la passata di pomodoro, salate, pepate e fate cuocere per almeno 20/25 minuti.
  • Prendete 1 o 2 mestoli di fagioli e frullate con un frullatore a immersione. Mettete da parte la crema ottenuta e cuocete la pasta direttamente nella casseruola, aggiungendo l’acqua di cottura dei fagioli.
  • Una volta cotta la pasta, aggiungete la crema di fagioli e lasciate riposare per 2 minuti circa. Servite con una spolverata di pepe nero macinato e un giro di olio EVO a crudo.

Per arricchire la vostra pasta e fagioli con Ditali Quadrati potete aggiungere del lardo o del guanciale al soffritto di carota, cipolla, sedano e aglio. Regolate a seconda dei gusti la densità della parte brodosa con l’acqua di cottura dei fagioli.

ricetta pasta fagioli | La Molisana
Pasta e fagioli (clicca qui per la ricetta)

Ditali con fave e guanciale

Le fave sono ottime se consumate fresche, ma per chi ama questo legume può usare anche fave secche o in scatola già cotte.

  • Sgranate le fave (150 g pulite) ed eliminate l’escrescenza. Cuocete in padella il guanciale a cubetti senza olio, a fuoco basso, per farne sciogliere il grasso. Quando lo vedete dorarsi, aggiungete una grossa cipolla bianca tritata, olio EVO e lasciate imbiondire la cipolla.
  • Unite le fave, cuocete a fuoco medio un paio di minuti e poi aggiungete un paio di mestoli di brodo vegetale. Lasciate cuocere per circa 25 minuti.
  • Controllate la cottura aggiungendo brodo fino a quando le fave non saranno cotte. Aggiustate di sale e pepe.
  • Cuocete i ditali (350 g) in acqua bollente salata e a metà cottura uniteli alle fave. Terminate la cottura con l’acqua dei ditali e un po’ di brodo.
  • Cotta la pasta, servitela con ilio EVO crudo e una spolverata di pecorino grattugiato.

Se non amate il guanciale potete sostituirlo con pancetta o con dadini di speck, usando anche la parte grassa.

ricetta cubetto crema zucca | La Molisana
Cubetti in crema di zucca con paprika affumicata, caprino e rosmarino fritto (clicca qui per la ricetta)

Minestra di ditali con verza

Una minestra rustica, semplice, dai sapori decisi, che usa un ingrediente prettamente invernale: la verza. 

  • Mondate e affettate lo scalogno (80 g), fatelo stufare in tegame con olio EVO per almeno 5 minuti.
  • Eliminate la costa dura al centro della verza (350 g), tagliatela a listarelle e sciacquatela.
  • Legate con spago per uso alimentare 2 rametti di rosmarino, 2 rametti di timo e 2 foglie di alloro. In questo modo potrete rimuoverli con facilità dalla pentola a fine cottura. Aggiungete il mazzetto allo scalogno insieme alla verza e lasciate insaporire per almeno 5 minuti.
  • Versate un litro e mezzo di acqua, eliminate il mazzetto di aromi, salate e fate bollire. Quando l’acqua inizierà a bollire, aggiungete 320 g di ditali. A fine cottura, aggiungete pepe nero macinato.

Ditali La Molisana, tenaci, ruvidi, trafilati al bronzo per minestre di pasta perfette

Grazie alla dimensione ridotta e alla leggera rigatura, i Ditali n.45 La Molisana sono particolarmente adatti a brodi e zuppe di legumi. Se preferite un formato più corposo, i Ditali rigati n.47 sono un formato di pasta ideale. Tutti rigorosamente trafilati al bronzo, i Ditali La Molisana hanno una superficie deliziosamente porosa, spessori importanti e un indice proteico del 14% che garantisce un’ottima tenuta in cottura.

Vuoi cimentarti con altre idee di preparazione con ditali di pasta? Scopri la nostra sezione dedicata alle Ricette con Pastina.

Le 3 cose da sapere su come cucinare al meglio i ditali

I ditali, che possono essere lisci e rigati e nella forma più grande dei ditaloni, sono un formato di pasta particolarmente indicato per cucinare buone minestre di pasta, e sono perfetti per i bambini per il loro piccolo e grazioso formato;

Tra le tante idee di minestre di pasta che si possono preparare con questo formato, proponiamo la classica pasta e fagioli con ditali, minestra di ditali con fave e guanciale, minestra di ditali con verza;

I Ditali La Molisana, nella forma liscia o rigata, sono ottimi per minestre di pasta con un tocco di tenacia in più, grazie alla loro caratteristica ruvidezza e porosità data dalla trafilatura al bronzo.

Sommario