Skip to content

Come cucinare i fusilli: consigli e idee di preparazione con fusilli

Sei in: Home / Blog / Cucina / Come cucinare i fusilli

I fusilli hanno una forma a spirale perfetta per trattenere il condimento. L’origine del fusillo è nell’Italia meridionale; la Campania è una delle regioni che per prima ha introdotto questo tipo di pasta nelle ricette tradizionali, ogni volta con piccole varianti di formato. Tra i tipi di fusilli campani i più conosciuti sono i fusilli avellinesi, i fusilli felittesi e i fusilli napoletani.

Altre regioni hanno eletto la pasta elicoidale regina della tavola: il Molise, la Calabria e la Sicilia. Nel nord dell’Italia c’è solo una variante del fusillo, quello piemontese: originario dell’Alta Langa, in provincia di Cuneo, è chiamato macaron del frèt. Vi proponiamo alcune idee semplici e gustose per cucinare i fusilli in tutte le stagioni.

Fusilli con taleggio, gorgonzola e speck

Una ricetta decisamente invernale, molto semplice e che mette alla prova la capacità del fusillo di trattenere il condimento tra le sue spire.

  • Tagliate taleggio e gorgonzola a cubetti, mentre lo speck a striscioline.
  • In un pentolino versate panna e latte, scaldando appena e aggiungendo i formaggi.
  • Mescolate tutto a fuoco basso fino a che non otterrete una salsa cremosa.
  • In una padella larga, mettete un cucchiaio di olio EVO e fate rosolare lo speck per renderlo croccante.
  • Trasferite i fusilli cotti al dente nella padella con lo speck e fate saltare la pasta con un poco di acqua di cottura per insaporirla.
  • Versate la crema di formaggi e amalgamate.
Fusilli con tonno, cipolla, olive e mollica di pane - Ricette La Molisana
Fusilli con tonno, cipolla, olive e mollica di pane (clicca qui per la ricetta)

Fusilli con pesto di avocado e salmone

D’estate la pasta fredda è una soluzione ottima. Puoi sbizzarrirti con ricette vegetariane, con abbinamenti di pesce e puoi preparare sfiziosi e fantasiosi pesti. Oltre al classico pesto alla genovese ci sono molte versioni di questo condimento pratico e veloce da realizzare: basta un frullatore e la tua fantasia. Ecco un esempio di pesto diverso e tutto estivo:

  • Preparate il pesto di avocado mettendo nel mixer 50 g di pinoli tostati in padella, 5 foglie grandi di basilico, 10 ml di olio EVO e 400 g di avocado, sale e pepe.
  • Ricavate dei cubetti dal trancio di salmone fresco e fatelo rosolare in padella a fuoco vivace con pochissimo olio e timo fresco.
  • Scolate i fusilli, lasciateli freddare in un recipiente piano e largo.
  • Una volta freddati conditeli con il pesto e il salmone.

Per una nota croccante potete aggiungere scaglie di mandorle, se preferite un tocco di acidità, aggiungete succo di limone o succo di lime al momento di frullare gli ingredienti del pesto. Per velocizzare ancora di più la ricetta se avete in casa del pesto genovese già fatto, unitelo alla polpa di avocado e tritate tutto. Se amate il salmone crudo, potete sostituire al pesce cotto una fresca tartare marinata con olio, grani di pepe rosa e succo o scorza di lime. Ricordate che il salmone deve essere abbattuto per essere consumato crudo.

Fusilli alla sorrentina

Abbiamo raccontato della provenienza anche partenopea del fusillo, quindi riportiamolo alle sue origini, realizzando una ricetta classica: i fusilli alla sorrentina. Si tratta di un piatto piuttosto semplice, caratterizzato dal sapore verace dei prodotti campani. Ecco come cucinare i fusilli alla sorrentina:

  • Fate soffriggere la cipolla in una padella, aggiungete la passata di pomodoro, sale, pepe e fate cuocere per circa 20 minuti.
  • Tagliate la mozzarella a cubetti.
  • Scolate i fusilli al dente e metteteli nella padella con il sugo, a questo punto aggiungete anche la mozzarella.
  • Fate saltare a fiamma allegra fino a che la mozzarella non si sarà sciolta. Servite con basilico fresco.

Nonostante il piatto venga servito molto caldo e deve essere mangiato finché lo è, i fusilli alla sorrentina sono anche un piatto estivo: la stagione in cui riusciamo a fare il sugo con i pomodori San Marzano freschi, rossi, maturi al punto giusto.

Fusilli con ragù di vitello e zucchine - Ricette La Molisana
Fusilli con ragù di vitello e zucchine (clicca qui per la ricetta)

I Fusilli La Molisana: tutta la migliore tradizione per cucinare i fusilli

I Fusilli originariamente venivano lavorati con una tecnica manuale tramandata di madre in figlia, che consisteva nell’arrotolare l’impasto intorno ad un ferro da calza, ottenendo così un tipo di pasta a forma di “fuso”, da qui il loro nome. Si usava chiamarli anche eliche, spirali o rotini.

Proprio nel solco di questa tradizione, La Molisana propone i Fusilli Lunghi Bucati n.308 che ripropongono proprio la forma allungata dei primi fusilli fatti a mano. Ottimi con il ragù napoletano o con il pesto alla genovese, gli chef La Molisana li propongono al sapore di mare.

Come accade spesso La Molisana propone le versioni corte o spezzate di alcune paste classiche, ecco allora Fusilli corti bucati n.108 consigliati con ricette di terra, di mare, o gratinati al forno.

Per il formato che tutti conosciamo, ecco i Fusilli n. 28, trafilati al bronzo, con due spire e una delicata forma allungata. Non è finita qui. Per chi alterna pasta di grano duro e pasta integrale ci sono i Fusilli Integrali, sempre di grano 100% italiano decorticato a pietra, da provare con ricette vegetariane. La Molisana ha pensato anche agli intolleranti al glutine e nella linea gluten free trovate i fusilli senza glutine.

Se vuoi cimentarti con altre preparazioni dei fusilli ricche di originalità e fantasia, puoi visitare la nostra sezione dedicata sulle Ricette con Fusilli.

Le 3 cose da sapere per cucinare al meglio i fusilli

I fusilli sono un formato di pasta della cucina tradizionale meridionale, dalla Campania al Molise.

Tra le ricette con fusilli che proponiamo per la loro bontà e semplicità ci sono i Fusilli con taleggio, gorgonzola e speck, Fusilli con pesto di avocado e salmone e i classici fusilli alla sorrentina.

Con i diversi formati di Fusilli la Molisana, puoi dare nuovo sapore, un sapore ruvido e tenace, a tanti piatti della tradizione fatti con questo formato di pasta perfetto per trattenere il condimento.

Sommario